TwitterFacebookGoogle+

Veglia per i migranti, Comunità di S.Egidio: “Chiediamo all’Ue corridoi umanitari sicuri”

Nella settimana che ha ospitato la giornata mondiale del rifugiato, Roma e altre 30 città sono state protagoniste di un’iniziativa organizzata da diverse realtà della società civile – dal Centro Astalli alla Caritas passando per la Comunità di Sant’Egidio, in ricordo di tutte le vittime dei viaggi verso l’Europa.
Dal 1988 ad oggi sono morti 30mila migranti nel tentativo di entrare in Europa, 3771 soltanto nel 2015. L’iniziativa è stata l’occasione per tornare a chiedere, sottolineano le associazioni, corridoi umanitari sicuri sull’esempio di quelli sperimentati in Italia – i primi in Europa – dai primi mesi del 2016.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.