TwitterFacebookGoogle+

Venti palestinesi in ospedale dopo scontri sulla Spianata delle moschee

(AGI) – Gerusalemme, 13 set. – Almeno 110 palestinesi sono ricorsi alle cure dei medici, per lo piu’ per sintomi di intossicazione, dopo gli scontri della notte con la polizia israeliana davanti alla moschea di Al Aqsa, a Gerusalemme. Lo hanno riferito fonti della Mezzaluna rossa. Una ventina di feriti sono stati trasportati all’ospedale al-Makased di Gerusalemme est, fra cui tre con lesioni al petto e uno con lesioni alla testa. l I disordini sono scoppiati a poche ore ore dall’inizio della celebrazione del Capodanno ebraico. Secondo alcuni testimoni musulmani, gli agenti hanno fatto irruzione nella moschea, il terzo luogo piu’ sacro dell’Islam. Un portavoce della polizia ha affermato che gli agenti si sono limitati a chiudere l’accesso alla moschea dopo essere stati bersagliati con sassi e petardi dai giovani palestinesi a volto coperto barricatisi all’interno con l’obiettivo di disturbare l’arrivo di visitatori ebrei sulla Spianata, domenica sera. La tensione e’ molto alta nella Citta’ Santa soprattutto dopo che la settimana scorsa il ministro della Difesa israeliano, Moshe Yaalon, ha messo al bando il movimento Al Mourabitoun che si oppone alla presenza di visitatori ebrei sulla Spianata delle Moschee o Monte del Tempio, luogo sacro sia per l’Islam che per l’ebraismo. Israele ha rafforzato le misure di sicurezza a Gerusalemme e limitera’ fino a giovedi’ i transiti al valico con la Striscia di Gaza in coincidenza con l’inizio questa sera di Rosh Hashana’, il Capodanno ebraico che dura fino a martedi’ notte. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.