TwitterFacebookGoogle+

Veronesi: la maternità per prevenire il cancro al seno

LA RAGIONE per cui il tumore al seno è oggi così frequente nelle donne (oltre 40 mila casi all’anno) è il fatto che è drasticamente diminuito il numero delle gravidanze. Lo spiega Umberto Veronesi presso la Fondazione che porta il suo nome, nell’ambito della presentazione di una campagna sulla prevenzione. «Una volta – dice l’oncologo – le nostre nonne facevano tanti figli, dieci e più nell’arco della loro vita, allattavano e tenevano così in attività la ghiandola mammaria. Ancora nel Dopoguerra, il tumore più frequente nella donna era quello all'utero. Poi il numero delle gravidanze è calato drasticamente. La ghiandola mammaria è stata messa a riposo forzato, è diventata un organo in disarmo, e l’inattività la porta ad ammalarsi». Dall'altro lato, «controllare le nascite con la pillola anticoncezionale ha una formidabile azione di prevenzione. Se una donna prendesse la pillola tra i 30 e i 50 non rischierebbe infatti il tumore dell’ovaio» ha aggiunto Veronesi.(Repubblica 1° ottobre)

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.