TwitterFacebookGoogle+

Via in 316mila a Cuba per uragano Matthew

Port-au-Prince – L’uragano Matthew, il piu’ potente ciclone dell’ultimo decennio, ha fatto le prime vittime ad Haiti. E intanto, mentre continua ad avvicinarsi ai Caraibi, sono state allontanate migliaia di persone dal settore orientale di Cuba e anche dalla base militare americana a Guantanamo e’ stato mandato via il personale non essenziale. Da venerdi’ sono morte almeno due persone nel naufragio delle loro piroghe al largo di Haiti.

A Cuba circa 316mila persone sono state allontanate come misura precauzionale dalla zona orientale, che nelle prossime ore sara’ colpita. E l’esercito statunitense ha deciso di portar via 700 persone da Guantanamo, a Cuba: sono i familiari, mogli e figli, dei militari destinati alla base, e sono stati trasferiti nelle strutture militari di Pensacola, in Florida.

Non e’ previsto invece il trasferimento dei 61 detenuti che ancora rimangono nel carcere di Guantanamo: partiti i familiari, nella base sono rimaste 4.800 persone che avranno il compito di “cominciare rapidamente il lavoro di recupero” dopo il passaggio dell’uragano. Intanto il potente urgano, categoria 4 sulla scala Saffir Simpson (sui 5 livelli) continua il suo cammino verso Haiti con venti massimi di 220km all’ora: si attende che l’occhio dell’uragano arrivi nel sud-ovest del Paese caraibico nelle prossime ore. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.