TwitterFacebookGoogle+

Viaggi, sanità e lavoro, cosa cambia per inglesi ed europei

Londra – Il terremoto della Brexit innescherà uno tsunami di cui conosceremo la reale portata solo nel giro di un paio di anni. Saranno i negoziati con Bruxelles a decidere cosa cambierà per i britannici e per i cittadini degli altri Paesi dell’Ue una volta che verrà formalizzata  l’uscita di Londra. I due fronti, il ‘Leave’ e il ‘Remain’, hanno prefigurato scenari molto diversi, minimizzando o accentuando le ricadute  per motivi propagandistici. Già ora, però, è possibile ipotizzare alcuni cambiamenti  nella vita di tutti i giorni, dai viaggi al lavoro, dall’assistenza sanitaria alle università.

Cosa cambia per i britannici                  Cosa cambia per i cittadini Ue

(AGI)

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.