TwitterFacebookGoogle+

Viceministro cinese al Convitto a Roma, “servono nuovi Marco Polo”

“Mi auguro che tra gli studenti di questo Liceo altri Marco Polo siano in futuro il ponte tra Italia e Cina”: è l’auspicio espresso dal viceministro cinese Zhang Fuhai, presidente del China International Publishing Group, durante una visita al Convitto nazionale di Roma, scuola all’avanguardia per lo studio della lingua cinese con il suo Liceo scientifico internazionale.

Zhang, a Roma per la presentazione del libro del presidente cinese, Xi Jinping, “Governare la Cina”, è stato accolto dal Rettore, Paolo Maria Reale, dal professore Francesco Alario, responsabile dell’Aula Confucio e da una rappresentanza di docenti e studenti. La delegazione guidata dal viceministro ha visitato il Liceo Internazionale, assistendo all’attività didattica nelle classi e soffermandosi nella biblioteca dove sono custoditi volumi di lingua e cultura cinese.

Zhang nel suo intervento ha citato Il Milione di Marco Polo, “uno strumento di conoscenza della Cina di allora”, e ha espresso apprezzamenti “per i risultati conseguiti dagli studenti” del Convitto “nello studio della lingua e della cultura cinese”.

Il Rettore Paolo Maria Reale, nel porgere il suo saluto di benvenuto al viceministro e alla sua delegazione, ha ringraziato “per il generoso dono di libri e pubblicazioni che andranno ad arricchire la biblioteca dell’Aula Confucio del Convitto. Il libro, infatti, è da sempre l’oggetto con cui l’umanità si identifica, come dimostrano opere fondamentali quali La Commedia di Dante per l’Occidente e il Tao Te Ching di Lao Zi per l’Oriente”.

“I risultati finora conseguiti – ha proseguito il Rettore – sono frutto di un sogno iniziato nove anni fa e nei sogni bisogna crederci. E’ quello che si evince leggendo il libro di Xi Jinping Governare la Cina, in cui le parole chiave sono sogno e sviluppo, crescita e promozione, culturale e sociale”. “E’ una giornata importante per il Convitto di Roma”, ha dichiarato Alario, responsabile dell’Aula Confucio, che ha annunciato che “nel programma del prossimo soggiorno-studio a Pechino sarà certamente inserita la visita alla China International Publishing Group, quale ulteriore momento culturale e formativo”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.