TwitterFacebookGoogle+

Vienna-Berlino, frontiere aperte Gia' 3000 migranti al confine

(AGI) – Vienna, 5 set. – Un’autentico tsunami di profughi dall’Ungheria si sta abbattendo al confine austriaco, dopo che Vienna nella notte ha aperto la frontiera per consentire loro di raggiungere la Germania, con l’ok di Berlino.

La polizia austriaca stima che siano gia’ tra i 2.500 e i 3mila i migranti entrati in Austria dall’Ungheria nelle ultime ore.  “Sono qui al confine con l’Ungheria e il flusso delle persone e’ continuo”, ha dichiarato Hans Peter Doskozil, capo della polizia nello Stato del Burgenland.

“Attendiamo tra i 17 e i 18 pullman double-decker (a due livelli) per portare poi le persone a Vienna, forse anche verso la Germania”.

L’Austria e la Germania hanno aperto ai migranti i confini per consentir loro di raggiungere la meta ultima, la Germania appunto di Angela Merkel; e l’Ungheria sta portando le persone con i pullman da Budapest verso la frontiera.

Gli agenti di frontiera si aspettano che il numero finale possa piu’ che raddoppiare nel corso della giornata. La polizia austriaca ha denunciato che gli ungheresi stanno di fatto costringendo i rifugiati a passare il confine sotto la pioggia. “Al momento il nostro piu’ grande problema e’ che gli ungheresi dopo aver chiesto autorizzazione a Budapest si sono rifiutati di consentire ai nostri autobus di entrare nel loro territorio per salire a bordo i profughi”, ha dichiarato Hans Peter Doskozil, capo della polizia della provincia austriaca del Burgenland, aggiungendo che “abbiamo offerto loro di portarli direttamente ai treni (per portarli a Vienna) o ai rifugi ma si sono limitati a fermare i loro autobus sul lato ungherese (del confine) e tutti (i profughi) sono dovuti scendere sotto la pioggia” Due treni speciali li attendono nella cittadina austriaca di confine di Nickelsdorf, dove e’ attrezzato un campo di accoglienza della Croce Rossa, per portarli a Vienna.

I migranti sono in gran parte siriani, per giorni sono rimasti bloccati nell’Ungheria ostile del premier Victor Orban, sono prima arrivati a Hegyeshalom, ultimo lembo di terra magiara, per poi passare nell’Austria. (AGI) .

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.