TwitterFacebookGoogle+

Vino: a Casarsa della Delizia i migliori spumanti del Fvg

(AGI) – Roma, 7 apr. – Gli spumanti del Friuli Venezia Giulia continuano a essere sempre piu’ apprezzati sui mercati nazionali ed esteri, trainando il comparto vitivinicolo regionale con oltre 24 milioni di bottiglie prodotte all’anno. Un movimento che per il secondo anno trova una vetrina di prestigio a Casarsa della Delizia durante la Sagra del Vino (21 aprile – 2 maggio) grazie alla Selezione dei migliori Spumanti del Friuli Venezia Giulia Filari di Bolle. Domenica 24 aprile alle 11 nel nuovo Municipio a palazzo Burovich de Zmajevich saranno proclamati i vincitori nelle categorie Metodo Charmat Prosecco DOC, Metodo Charmat Spumante monovarietale, Metodo Charmat Cuve’e e Metodo Classico. Proprio nella sala consiliare del Municipio si sono svolte a inizio aprile le degustazioni della giuria di esperti composta da enologi, sommelier e giornalisti del settore vinicolo provenienti da tutta Italia e Germania, presieduta da Venanzio Francescutti ambasciatore dell’associazione nazionale Citta’ del Vino e rappresentante della Pro Casarsa della Delizia. Un incontro tra addetti ai lavori che e’ anche diventato occasione per un’analisi delle prospettive future della spumantistica del Friuli Venezia Giulia, la quale puo’ tranquillamente competere con le varieta’ di bollicine piu’ note sui mercati.
Alla seconda edizione di “Filari di Bolle” hanno partecipato 60 cantine con 100 vini Spumanti. Tra questi, la giuria ne ha selezionati 60 (16 nella categoria Prosecco DOC, 16 nel Charmat monovarietale, 13 nel Charmat Cuvee e 15 nel metodo classico) che saranno protagonisti durante la Sagra del Vino sia nel Salone di Vini ospitato per la prima volta nel giardino di palazzo Burovich de Zmajevich sia in sette locali pubblici cittadini in degustazioni abbinate a prelibatezze culinarie. In piu’ durante tutto il 2016 saranno proposti all’interno dei piu’ grandi eventi enogastronomici e culturali del Friuli Venezia Giulia. “Casarsa si conferma “vetrina” delle bollicine del Friuli Venezia Giulia – ha dichiarato Venanzio Francescutti, ambasciatore dell’associazione nazionale Citta’ del Vino e rappresentante della Pro Casarsa della Delizia quale presidente della giuria della Selezione -. I numeri della spumantistica regionale sono in continua crescita trainate dal Prosecco ma non solo, con Cuvee dal grande riscontro internazionale. Per noi e’ importante far conoscere il nostro territorio: Filari di Bolle e’ un momento di celebrazione ma anche di promozione enologica, visto che puntiamo a far crescere con le nostre iniziative il consumo degli Spumanti locali in ristoranti e bar del Friuli Venezia Giulia, dove i visitatori possono conoscere e apprezzare l’eccellenza delle nostre bollicine. Un modo per dare visibilita’ e mercato a tutte le cantine, grandi o piccole, che sono state selezionate dai nostri qualificati giurati”. “Una Selezione importantissima – ha aggiunto Renzo Zorzi, presidente regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Associazione italiana sommelier – e coerente con la produzione attuale: non solo la spinta del Prosecco ma tutta la filiera della spumantistica vede la nostra regione tra i protagonisti in Italia. Come Ais vogliamo essere parte di questa crescita del prodotto che sta assumendo qualita’ fondamentali”.
Lavinia Clarotto, sindaca di Casarsa della Delizia, nell’accogliere i giurati ha sottolineato quanto sia importante, sia per la storia che per l’economia, la tradizione vinicola a Casarsa, mentre Antonio Tesolin, presidente della Pro Casarsa della Delizia, ha ricordato come “Filari di Bolle” s’inserisca nel contesto della Sagra del Vino, tra le piu’ importanti manifestazioni enogastronomiche del Nordest d’Italia. Ai giurati hanno poi donato una Grappa d’autore di Piculi’t neri dell’azienda Pagura di Castions di Zoppola, vicino a Casarsa, e l’olio extravergine d’oliva Convivium di Magione, la citta’ umbra con la quale Casarsa si gemellera’ proprio quest’anno durante la Sagra.(AGI)
Bru

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.