TwitterFacebookGoogle+

Vittima di cyberbullismo si uccide a Vercelli, aperta un'indagine

(AGI) – Vercelli, 18 set. – La Procura della Repubblica di Vercelli ha aperto un nuovo fascicolo, al momento senza indagati ne’ ipotesi di reato, in seguito alle richieste rivolte a mezzo stampa dai genitori di Andra Natali affinche’ si faccia luce sul suicidio del figlio 26enne, impiccatosi nella sua abitazione nei giorni scorsi. Il giovane era entrato in forte crisi depressiva un paio di anni fa, in seguito a pesanti scherzi e vessazioni subiti da parte di persone che frequentavano il suo paese di residenza, Borgo D’Ale, nel Vercellese. Dopo avere sporto denuncia, nell’aprile 2014, alla polizia postale di Biella, il ragazzo non era piu’ riuscito a uscire di casa da solo, nonostante la rimozione delle pagine web su cui erano stati pubblicati i materiali ingiuriosi nei suoi confronti e l’avvio di un’indagine nei confronti un suo ex-collega di lavoro per violenza privata e violazione della legge sulla privacy. Nei giorni scorsi il tragico epilogo e la richiesta dei genitori di capire che cosa sia successo e per responsabilita’ di chi. Durante una messa il padre del giovane ha chiesto che vengano assicurati alla giustizia i responsabili del trauma che potrebbe avere portato il figlio al gesto estremo. Alcuni coetanei avevano pubblicato su una pagina Facebook alcune foto offensive nei suoi confronti – in cui appariva rinchiuso a forza dentro a un bidone della spazzatura e ritratto con un sacchetto della spazzatura in testa – oltre a postare un video su Youtube in cui veniva ridicolizzato e preso in giro. Dopo che la polizia aveva fatto rimuovere i contenuti dal web era stato aperto un fascicolo in procura, del cui iter, pero’, non si e’ piu’ saputo nulla. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.