TwitterFacebookGoogle+

Vittime pedofilia in Vaticano. Pell, "dovevo fare di piu'"

CdV – Si e’ conclusa questa notte all’Hotel Quirinale di Roma la quarta audizione del cardinale George Pell, il superministro dell’economia che ha accettato di farsi interrogare instreaming dalla Commissione Reale che indaga sugli abusi compiuti dai preti pedofili in Australia. “Spero che la mia testimonianza abbia contribuito un po’ nella guarigione e nell’avanzamento della situazione”, ha dichiarato Pell che nella quarta audizione si e’ strenuamente difeso dall’accusa di aver tentato di corrompere con denaro David Ridsdale, nipote di un prete attualmente in carcere, Gerald Ridsdale, che viveva con l’allora padre Pell e che fu da lui accompagnato in Tribunale all’inizio della vicenda giudiziaria, cioe’ nel 1993. Su un altro caso relativo allo stesso periodo, cioe’ quando Pell era vicario episcopale per l’educazione della diocesi di Ballart, suffraganea di Melbourne, Pell ha ammesso una sottovalutazione della denuncia che gli aveva fatto il ragazzo vittima delle attenzioni di un religioso dei Fratelli Cristiani. “Con l’esperienza di quarant’anno dopo, sono certamente d’accordo che avrei dovuto fare di piu'”, ha risposto Pell. “Non ho fatto nulla. Alla fine ho indagato la cosa con il cappellano della scuola”, aggiungendo: “Non avevo idea che i Christian Brothers stessero insabbiando in quel modo che ora e’ evidente”. Questa mattina, intanto, le 15 vittime giunte a Roma per seguire le audizioni concluse ieri saranno in Vaticano per incontrare un membro della Pontificia commissione per la tutela dei minori istituita da Papa Francesco. Ed e’ previsto anche un incontro privato tra le vittime e lo stesso Pell.Se incontreranno anche il Papa – come chiedono – non e’ dato sapere. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.