TwitterFacebookGoogle+

Vittorio Messori e lo scisma di Babbo Natale

Il prete e scrittore Mauro Leonardi, giustamente sul blog dei Papaboys scrive: “Ieri la vicenda di Medjugorje compiva trentaquattro anni e all’approssimarsi di quello che sembra essere il pronunciamento ufficiale della chiesa, giornalisti, network e blog diffondevano la voce che se il pronunciamento fosse stato negativo si sarebbe rischiato lo scisma. Perché si usano queste parole? Se sei credente e cattolico, perché non taci e semmai inviti alla preghiera e all’unità col Papa?”. Ma dalla penna di quale autorevole personaggio è uscito il parolone “scisma”? Da un giornalista che crede a tutte le Madonne delle apparizioni e forse anche nell’esistenza di Babbo Natale. Sì, il parolone viene dal giornalista Vittorio Messori, fermamente convinto che la Madonna di Lourdes indusse una ragazzina innocente a bere acqua sporca di sterco di maiali, facendole venire il voltastomaco, e a mangiare erba come una capretta, per la conversione dei poveri peccatori.  Fermamente convinto, il simpatico giornalista, che la Madonna di Fatima annunciò la morte prematura a due bimbetti, che indusse tre pastorelli già affamati a digiunare, che li terrorizzò con visioni infernali, che consigliò loro di tenere il cilicio sulle tenere carni solo di giorno (la notte Gesù non voleva… ). Fermamente convinto, l’ingenuo giornalista, che la Madonna di Saragozza riattaccò ad un contadino una gamba dopo un paio d’anni che gli era stata amputata, persuaso a tal punto da scrivere: ”Dovrebbe dubitare di tutta quanta la storia umana, compresi i fatti più certi perché più attestati, chi rifiutasse la verità di quanto successo a Calanda quella sera di marzo della settimana di Passione del 1640”. Capito? Come non ritenere che Messori creda anche a Babbo Natale e che qualora Papa Francesco dovesse negarne l’esistenza, sia pronto a paventare uno scisma? Lo scisma di Babbo Natale.

Renato Pierri

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.