TwitterFacebookGoogle+

X Factor, i giudici "sara' divertente, brillante e di qualita'"

Milano – L’edizione numero 10 di X Factor, che andra’ in onda da giovedi’ 15 settembre alle 21.15 su Sky Uno HD (e il venerdi’ in chiaro su TV8),promette sorprese e, a quanto assicurano i 4 giudici, Fedez, Arisa, Alvaro Soler e Manuel Agnelli, sara’ un’edizione “divertente”, “brillante” e con concorrenti di qualita’. Durante la presentazione alla stampa, oggi a Milano, tutti hanno parlato di come vorrebbero fosse il talent, di quello che si aspettano e di come anche loro si metteranno in gioco. Per Arisa, che e’ alla sua seconda volta in giuria, “anche noi giurati siamo un po’ concorrenti, perche’ gareggiamo insieme ai nostri ragazzi”. Dice che le “piacerebbe avere il polso di Simona Ventura, l’eloquenza di Morgan e il sarcaso di Elio” ricordando i giudici delle passate edizioni. Ma non ci sono paragoni da fare o lezioni da imitare: “ognuno ha il suo modo, a me piace improvvisare la strategia a seconda dei ragazzi che ho sotto tiro” spiega. Torna a X Factor perche’ ha la sensazione di “aver lasciato qualcosa di incompiuto. “Mi sarebbe piaciuto che uno dei miei concorrenti avesse vinto un contratto discografico. E poi e’ una buona opportunita’ anche per me, e’ il programma piu’ cool che c’e’ in Italia”. Anche se da questo paese vorrebbe uscire per un po’: “vorrei andare all’estero. Ho gia’ pronte delle versioni in francese e spagnolo”. Adesso pero’, almeno per i prossimi mesi, e’ qui, e spera di non arrabbiarsi troppo “ma si sa e’ difficile, le donne sbroccano”.

La giuria promette scintille, insomma, soprattutto il duetto Arisa-Fedez. Il veterano del programma, che dispensa consigli. Ne ha dati anche a Manuel Agnelli, leader e frontman degli Afterhours, che li ha recepiti volentieri. I due divisi per gusti musicali, eta’ anagrafica, background e sensibilita’, dicono invece di sentirsi “abbastanza simili”. “Ci troviamo su tante cose – spiega Fedez – ed essendo io il veterano a livello televisivo, gli ho dato alcuni consigli sui tempi, le pause, come muoversi in tv per creare suspence”. Il rapper milanese sembra completamente a suo agio, d’altra parte, come ricorda, i suoi musicisti hanno avuto successo e lui “ha avuto anche il management di due concorrenti, il vincitore e il secondo classificato”.

Si puo’ dire che Manuel sia la vera novita’ di questa edizione del talent show piu’ rivoluzionario della tv italiana. “Portero’ la mia visione della musica che fino ad oggi qui non ho visto – dice -. Per me questo programma deve essere una ‘tappa’, deve far diventare anche chi non ha vinto, un professionista. E’ la gestione del ‘dopo’, che credo non sia stata ancora messa a fuoco”. Vuole rappresentare la sua musica, dunque e se stesso, e, a quanto racconta, ha una squadra all’altezza delle aspettative. Anzi, si lascia scappare Fedez, “lui ha in squadra il probabile vincitore”. Pronta la replica di Agnelli: “Voglio vincere, non sono mica qui ad asciugare scogli”.

 E parlando di concorrenti, vediamo che ognuno ha gia’ i suoi preferiti. Arisa si dice particolarmente “curiosa di vedere come andra’ a finire. Ho fatto scelte anche in contrapposizione con i miei colleghi. Ho puntato su persone ‘meno perfette’ ma che mi hanno sorpreso. Ho scommesso tantissimo su un concorrente in particolare che non dava speranze, ma io credo andra’ avanti. Staremo a vedere. E’ che sono stanca della musica perfetta e tutta uguale. Mi piace la ‘sporcatura’ che esce fuori, come nella spremuta d’arancia”.

Dal palco di un talent ci e’ passato, solo 4 anni fa, a Barcellona, anche uno dei giudici, il piu’ giovane: Alvaro Soler, il 25enne astro nascente spagnolo del pop latino, autore di dischi di successo come Sofia e El mismo sol. Molti lo hanno paragonato a Mika, ma lui non e’ d’accordo. “Siamo diversi” replica in un buon italiano “e sara’ diversa anche questa edizione. Si inizia da zero”. “Spero che saro’ un giudice giusto e cerchero’ di motivare i concorrenti – racconta -. Sono sicuro che mi divertiro’ moltissimo. Mi piace la musica e la gente che la fa”. Anche quella italiana che conosce benissimo. Ascolta Nek, Tiziano Ferro, Laura Pausini. E ha collaborato con Emma e Max Gazze’. “Ma mi piace anche ascoltare la musica degli anni passati, come quella di Peppino Gagliardi”, cantante napoletano, classe ’40, dice sorprendendo i giornalisti. La prossima edizione di X Factor vorrebbe che fosse “divertente, ‘ispirante’ anche per la gente che vede il programma. Mi piacerebbe portare avanti l’umorismo di Elio e la decisione di Fedez”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.