TwitterFacebookGoogle+

Yemen: capo intelligence sequestrato da commando armato

(AGI) – Sanaa, 25 dic. – Un alto responsabile dei servizi segreti yemeniti e’ stato rapito nella capitale Sanaa da un gruppo di uomini armati mentre lasciava la sua abitazione. Il tenente colonnello Yehia a Mariani era noto per avere stretto buoni rapporti con il movimento ribelle sciita Houthi quando ricopriva la carica di capo dell’intelligence nella provincia di Sada, roccaforte del gruppo. Secondo una fonte dell’intelligence, i sequestratori si muovevano a bordo di veicoli simili a quelli impiegati dai ribelli Houthi, anche noti come Ansar Allah, e durante l’incursione hanno gridato vari slogano utilizzati da questo gruppo sciita. Gli Houthi, che controllano di fatto da meta’ settembre la capitale yemenita, hanno esteso il loro dominio a varie provincie e affrontano dallo scorso mese di ottobre una dura resistenza da parte di al-Qaeda nella Penisola Arabica e da vari clan sunniti. La loro irruzione sulla politica ha scatenato una nuova crisi nel Paese, che ha spinto alle dimissioni il premier, Mohamed Salem Basandawa, e fatto nominare un capo di governo di consenso, Khaled Mahfuz Bahah. Al-Qaeda ha sequestrato e assassinato piu’ di un centinaio di funzionari e uomini della sicurezza, dei servizi di intelligence e dell’esercito in operazioni simili negli ultimi anni. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.