TwitterFacebookGoogle+

Yemen: Usa bombardano 3 siti di radar controllati da Houthi

Washington – Gli Stati Uniti hanno bombardato tre siti di radar in zone controllate dai ribelli Houthi in Yemen, dopo gli attacco con missili contro le navi da guerra americane, domenica e mercoledì. Lo ha reso noto noto il Pentagono. Gli attacchi, autorizzati dal presidente Barack Obama, sono stati realizzati con missili da crociera Tomahawk lanciati dal cacciatorpediniere USS Nitze. I missili “avevano come obiettivo i radar coinvolti nei recenti lanci di missili che hanno minacciato l’USS Mason e altre navi che operavano in acque internazionali nel Mar Rosso e nello stretto di Bab al-Mandeb”, tra il Mar Rosso e l’Oceano indiano, ha spiegato il portavoce del Pentagono. “Questi attacchi limitati di legittima difesa sono stati realizzati per proteggere il nostro personale, le nostre navi e la nostra libertà di navigazione lungo questa importante via marittima”, ha aggiunto.  (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.