TwitterFacebookGoogle+

Zika causa di microfelia, la conferma dei ricercatori Usa

Washington – I ricercatori del Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie di Atlanta in Georgia hanno trovato la conferma ufficiale che il virus Zika, trasmesso dalle punture di zanzare, causa la microcefalia: un’anomalia del feto che causa la nascita di bambini con la testa sproporzionatamente più piccola rispetto al resto del corpo. L’ipotesi dell’Organizzazione mondiale della sanità trova dunque conferma. La microcefalia – ha spiegato all’Agi Salvatore Forleo, ginecologo ed esperto di diagnosi prenatale – comporta ritardo mentale, convulsioni, ritardo nello  sviluppo, problemi motori, sordità e problemi visivi. Il cervello si  ferma, il virus attacca le cellule neuronali impedendone lo sviluppo o  distruggendole. Purtroppo è incurabile, esistono solo trattamenti  palliativi; ad esempio per le convulsioni o i disturbi del  comportamento. (AGI)

(AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.