TwitterFacebookGoogle+

Zika: quasi 26.000 casi in Colombia, 3.100 sono donne incinte

 Bogotà – Dopo i primi tre morti accertati per il virus Zika, in Colombia la situazione sta assumendo numeri da autentica epidemia: i casi sono 25.646 e di questi 3.100 riguardano donne incinte per cui ad altissimo rischio di generare bimbi affetti da microcefalia i cui sintomi sono una testa minuscola e sproporzionata rispeto al resto del copro e quindi con forti ritardi mentali.

Lo ha annunciato il presidente colombiano Juan Mnauel Santos. Il presidente Santos teme che si è possano registrare fino a 600.000 casi nel corso del 2016 con almeno 1.000 casi di sindrome di Gullain-Barre, la malattia letale conseguenza del virus, che in casi normale si manifesta con forti febbri, eruzioni cutanee e dolenzia articolare ma dopo circa una settimana di sviluppo non porta alla morte. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.